"RUVO A PRIMAVERA": IL PROGRAMMA 2019

 
'RUVO A PRIMAVERA': IL PROGRAMMA 2019

"RUVO A PRIMAVERA": IL PROGRAMMA 2019

 

Terzo anno per “Ruvo a Primavera – Aprile 2019”: i Riti della Settimana Santa, i Concerti, le mostre e le iniziative culturali raccolte in calendario ricco e molto vario con eventi dedicati anche all’arte contemporanea e turismo legato al design.

 

In un mese di aprile scandito, come da antica tradizione, dagli appuntamenti promossi e organizzati dalle Confraternite, tra processioni, concerti di musica sacra e momenti di raccoglimento, trovano spazio il Concerto Bandistico di Musiche rare della Settimana Santa a cura di Terra Gialla (terzo anno), la VII edizione del Festival internazionale di clavicembalo “Wanda Landowska” e il concerto “Passione e Gaudio” a cura della Corale Polifonica “Rubis Canto”.

 

Quest’anno il programma si arricchisce anche di due nuove iniziative: il "LINEA - Festival di Arte Contemporanea e Tecnologia”, kermesse di arte contemporanea ideato da Apulian Center For Art and Tecnology, che porterà a Ruvo alcune firme importanti della scena artistica internazionale, e “Botteghe Aperte - tour guidati fra tradizione e innovazione in tema di design”, un progetto a cura di Puglia Design Store finanziato attraverso Puglia365 che si svilupperà tra Ruvo e il capoluogo.

 

Non mancheranno momenti più leggeri di svago e di divertimento, come la “Pasquetta’n rock a Parco Mennea”, un evento di beneficenza con musica, giochi, street food promosso dalle associazioni ALI DI SCORTA e ASAA, e già questa domenica il XIV Raduno CRIFO di FIAT 500, organizzato dal FIAT 500 Club Italia.

 

Dopo l’interesse raccolto nelle edizioni precedenti, torna infine anche quest’anno la Mostra fotografica a cura della Pro Loco di Ruvo di Puglia dal titolo “Tempo Memoria E Tradizione”.

 

Anche per quest’anno i Riti della Settimana Santa saranno trasmessi in diretta streaming su Ruvesi.it con il patrocinio del Comune di Ruvo di Puglia.

 

“Il programma di questa terza edizione – ha detto l’Assessora Monica Filograno –declina molto bene il binomio tradizione/innovazione che sin dall’inizio ispira il nostro lavoro; non solo perché ancora una volta siamo riusciti a costruire, grazie alla collaborazione degli operatori culturali cittadini e delle associazioni locali, un programma che ci consente di valorizzare come merita la grande tradizione ruvese dei Riti della Settimana Santa, ma anche perché questa primavera, grazie al festival “Linea” e alla tappa di “Botteghe aperte”, avremo la possibilità di accogliere alcuni dei non pochi operatori culturali che scelgono Ruvo per sperimentare e creare. Una occasione per intercettare, oltre al turismo religioso, anche quello legato all’arte contemporanea e al deigns.

Questa città diventa sempre più attraente, anche per le idee e i progetti giovanili che cercano terreno fertile su cui crescere.”

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (176 valutazioni)